Read La mère by Pearl S. Buck Free Online


Ebook La mère by Pearl S. Buck read! Book Title: La mère
The author of the book: Pearl S. Buck
Date of issue: April 1st 2008
ISBN: 225300622X
ISBN 13: 9782253006220
Language: English
Format files: PDF
The size of the: 412 KB
Edition: Le Livre de Poche

Read full description of the books La mère:

La prossima volta vi mando mia mamma

Troppi libri in casa mia.

Lo dice mia mamma che è stufa di vedersene attorno così tanti, lo dice mio padre che quando cerca un libro non sa da dove iniziare a guardare per trovarlo, lo dico io che vado a sbattere contro le pile che partono da terra in camera mia.

In effetti, è anche comprensibile: sommando gli 82 anni di un vorace lettore, per di più appassionato di storia, agli 84 di una vorace lettrice, per di più insegnante per quasi cinquant’anni, e aggiungendo i miei 35 di vorace lettrice per osmosi, il calcolo dei libri presenti in casa, anche volendo andare al ribasso, dà un numero notevole.

La parentesi iniziale è doverosa per poter capire che i miei, mai mi hanno consigliato di leggere. Al massimo, quando da ragazzina, mi vedevano annoiata, si limitavano ad alzare lo sguardo alle pareti, come dire “Beh, guardati un po’ attorno, e vedrai che qualcosa che ti distragga lo trovi di sicuro”.

Perciò, quando qualche tempo fa ho preso questo libro da una terza fila della libreria, e ho detto il titolo a mia mamma che lì vicino sedeva sul divano a guardare la tv, mi sono parecchio sorpresa, quando con entusiasmo, mi ha detto: “Brava! Leggilo che è proprio un bel libro!”

Stupita per l’improvviso e inaspettato consiglio, ho cercato di saperne di più.

- Di cosa parla?

- Di una madre.

- ….

- ….

- Grazie mamma! Ero incerta se leggerlo o no, ma adesso che mi hai spiegato così bene la storia, mi hai proprio convinta.

Non ci sono state repliche al mio commentino sarcastico. Quindi sono scesa dalla scala e l’ho portato in camera mia, ansiosa di sventare a fine lettura il laconico sunto di mia mamma.

È vero che all’inizio c’è una madre. Una madre povera, non troppo, ma neanche poco. È una madre che oltre ai figli, ha un marito e una suocera da accudire. Una madre giovane e nel pieno delle forze, quasi bella quando dopo una giornata di lavoro nei campi, siede in cortile a godere dell’ultima luce crepuscolare. Conduce una vita dura, come chiunque debba sottostare al ciclo della natura e della terra, un susseguirsi di fatiche quotidiane e di pasti frugali ma sereni.

Ma ecco che il tempo cambia. Quando anch’io ormai ero entrata in tacita armonia col ritmo e la vita spartana di questo piccolo nucleo familiare, inizia il degrado, un flusso costante di perdite.

La madre perde innanzitutto il marito, e già questo, da parte del Destino è un colpo basso, seppur prevedibile. L’ ho osservata mentre si reinventava in un duplice ruolo, quello della madre che deve crescere da sola la prole, e quello del marito che lavora nei campi. Ma è solo l’inizio. Poi perde la suocera, e si trova orfana senza esserlo veramente. Poi la giovinezza, quindi la dignità, poi ancora l’orgoglio, infine i figli.

Una discesa agli inferi, un calvario senza fine, e mano a mano che procedevo con la lettura, quasi speravo in un miracolo, oppure in un definitivo cataclisma, purché si ponesse termine a tanta sventura. Invece no. Quella donna che porta nel corpo solo il segno di uno stillicidio di pene consecutive e costanti, ancora non aveva finito di sorprendermi . Ho letto compatendola, le pagine in cui la vita le toglieva tutto, la femminilità, gli affetti, la serenità, e ho provato quasi sollievo quando impietosa, l’ha lasciata lì abbandonata a se stessa, certa che il tempo le avrebbe dato il colpo di grazia. Ma non sapeva, e manco io lo immaginavo, che al di là della donna, ormai distrutta e annichilita, riemerge prepotente l’unico punto di forza di questa creatura senza nome per tutto il libro. Il suo essere madre. Il biblico e inesauribile istinto materno che la fa risorgere dalle sue stesse ceneri. Un epilogo che diventa poesia per il cuore del Lettore, e affonda le sue radici nel cuore della Lettrice.

Aveva ragione mia mamma: questo libro parla di una madre, La Madre.

Read Ebooks by Pearl S. Buck



Read information about the author

Ebook La mère read Online! Pearl Sydenstricker Buck was a bestselling and Nobel Prize–winning author. Her classic novel The Good Earth (1931) was awarded a Pulitzer Prize and William Dean Howells Medal. Born in Hillsboro, West Virginia, Buck was the daughter of missionaries and spent much of the first half of her life in China, where many of her books are set. In 1934, civil unrest in China forced Buck back to the United States. Throughout her life she worked in support of civil and women’s rights, and established Welcome House, the first international, interracial adoption agency. In addition to her highly acclaimed novels, Buck wrote two memoirs and biographies of both of her parents. For her body of work, Buck was awarded the Nobel Prize for Literature in 1938, the first American woman to have done so. She died in Vermont.


Ebooks PDF Epub



Add a comment to La mère




Read EBOOK La mère by Pearl S. Buck Online free

Download PDF: la-mre.pdf La mère PDF